Big Hero 6, il vecchio ed il nuovo volto della robotica

Big Hero 6 è un film d’animazione 3D del 2014, vincitore del premio Oscar per la categoria, che mescola piacevolmente il vecchio ed il nuovo volto della robotica.

Il “nuovo volto” è rappresentato da Baymax, un robot operatore sanitario progettato da Tadashi Hamada, il fratello maggiore del protagonista quattordicenne Hiro.

Un’idea, quella del robot al servizio dei malati e delle persone non autosufficienti, che abbiamo già visto realizzata da Riba II, Paro, e, più recentemente, Romibo.

Il Giappone in effetti ha una crescente popolazione anziana, grazie all’aspettativa di vita più lunga del mondo, e già diverse industrie nipponiche si sono lanciate nel settore dell’assistenza socio-sanitaria robotica.

Baymax

Baymax

Il giovane prodigio Hiro è a sua volta l’inventore dei Nanobots, semplicissimi robot in miniatura che però sono capaci di combinarsi in grandi insiemi per formare strutture più complesse, come nelle nano-tecnologie moderne, anche se “nano” qui non ha nulla a che vedere con le dimensioni microscopiche della fisica avanzata.

Nanobot

Nanobot

In più, i nanobots sono controllabili via un un casco che legge le onde cerebrali, e che guida i nanobots ad aggregarsi nella forme che l’operatore plasma mentalmente..

Continua a leggere

Real steel – I robot sono il futuro dello sport?

In Real steel (2011) Hugh Jackman (il Wolverine australiano) sbarca malamente il lunario, portando i suoi robot in giro per l’America, dove partecipa a sideshow dei rodei, oppure li impegna in incontri illegali di pugilato, vendendo regolarmente umiliato; ma alla fine, con l’ aiuto di suo figlio, entrerà nella prestigiosa WRB, World Robot Boxing, sfidando l’indistruttibile campione del campo: Zeus. Un misto di “Rocky” (1976) ed “Over the top” (1987), entrambi movies di “Sly” Sylvester Stallone, il film vede il trionfo finale dei valori familiari e sportivi in perfetto stile Disney.

A noi ha fatto anche venire in mente anche il programma “Robot Wars” della BBC, di fine anni ’90: robot simili ad aspirapolvere radiocomandati, armati di armi rudimentali, si battono tra loro in sfide senza regole, il più delle volte finendo distrutti dalle micidiali trappole disseminate sul percorso.L’impressione globale era però che fosse più l’espressione dell’umorismo goliardico made in UK, che di un’autentica passione per la tecnologia.

Continua a leggere

Transformers 4 – Age of Extinction – I robot conquistano il mondo, ancora una volta!

Superando ufficialmente il miliardo di dollari d’incassi in tutto il mondo, Transformers - L’era dell’estinzione – conferma la passione del grande pubblico per i robot e la fantascienza, rendendolo l’indiscutibile campione del box-office del 2014,  confermando il franchising come uno dei più redditizi della storia del cinema.

Ma, come sempre per gli appassionati di cinema, sorge la domanda: sarà vera gloria?

Continua a leggere